Jump to content

Problema Installazione Indicatore Frenatura Lampeggiante A Led


Recommended Posts

FAUSTO_PAESANI

Gentilissimi frequentatori di questo Forum, attualmente sono un felicissimo possessore di una Passat Variant 1.4 TSI ECOFUEL (150cv) a metano, mod. B7 del 2014, ed ho un piccolo dilemma da risolvere, dove spero mi possiate aiutare.

 

Nella mia precedente Passat Variant 1.8i a benzina (comperata nuova nel 1990 e che ho avuto per 28 anni, a fronte di un kilometraggio totale di 600.000 Km, senza mai sostituire la frizione, la guarnizione della testata ed aver effettuato alcuna manutenzione particolare al motore) avevo installato un terzo indicatore di frenata lampeggiante a LED (funzionante a 12Vcc e con assorbimento totale di circa 0.8 A).

 

Avendola rottamata a luglio del 2018, ho tenuto il suddetto terzo indicatore di frenata lampeggiante ed avevo intenzione di installarlo sulla mia “nuova” Passat, dove però mi sono accorto che la tensione di tutte le lampade indicatrici posteriori è di 10 Vcc.

 

Ho provato a collegare il suddetto lampeggiante, ma la tensione continua non basta a farlo funzionare e, pertanto, resta costantemente spento.

 

Ho pensato di risolvere la questione semplicemente installando uno Step-Up Boost (del costo di soli 2,00 €) che mi elevi la tensione da 10 Vcc a 13 Vcc, in maniera da poter alimentare il mio lampeggiante, ponendolo in parallelo all’attuale terzo indicatore di frenata posteriore.

 

Ora, tralasciando il vostro possibile pensiero di “una cafonata”, vorrei alcune Vostre considerazioni tecniche o di personale esperienza.

 

La tensione dell’intero sistema di segnalazione posteriore (posizione, freni, direzione, retromarcia, etc.) misurata con il tester risulta essere di 9÷10 Vcc (non spiegandomi bene il perché di questa scelta da parte della casa costruttrice):

Secondo voi (a Vostra esperienza)

 

- potrebbe essere che ogni lampadina posteriore è collegata ad una centralina che ne verifica il funzionamento e ne segnala, quindi, l’eventuale bruciatura direttamente sul pannello centrale del tachimetro (basandosi magari sul suo assorbimento amperometrico)?

 

- potrebbe verificarsi qualche stranezza di funzionamento (di qualche segnalazione della centralina) se collego il lampeggiante in parallelo all'attuale terzo indicatore, a causa dei circa 0.8 A di assorbimento (in più) del suddetto lampeggiante?

 

- esiste la possibilità di reperire lo schema elettrico della suddetta auto?

 

Nel caso abbiate avuto occasione di smontare la pannellatura grigia interna al portellone posteriore (sia quella del pannellone che quella sotto il lunotto termico), considerato lo scriteriato sistema di bloccaggio della stessa con delle molle di acciaio (che con gli anni diventano molto dure nell’estrazione), come avete risolto la problematica della durezza di disinserimento, e reinserimento, delle suddette molle?

 

Io ho avuto notevoli miglioramenti spruzzando sulle stesse del Silicone Spray, ma soltanto dopo aver bestemmiato non poco nell’estrazione dei pannelli di plastica.

 

Voi avete attuato altre tecniche, o ne avete da suggerire alcune?

 

Vi ringrazio anticipatamente per la pazienza e per tutte le considerazioni in merito che riuscirete ad esprimermi sulla suddetta “cafonata”.

 

A presto rileggervi.

 

P.S.: La suddetta “cafonata” è stata da me attuata per molti anni, dopo le mie personali esperienze, accadute svariate volte, in cui l’auto che stava dietro di me era in procinto di tamponarmi per disattenzione del guidatore, che dopo veniva invece “risvegliato” dal terzo indicatore lampeggiante.

Link to post
Share on other sites
Maxritmo

così letta veloce... se non vuoi far tanti "giri" strani... e rischiare che la centralina luci s'incazzi...

 

prendi un relè e alla bobina dello stesso ci attacchi i fili che alimentano il 3 stop...

 

e l alimentazione la prendi da un +12v in zona... (ad esempio se hai l attacco +12v nel baule)...

 

per il resto sì... è una "cafonata" ma se a te piace e ti fà stare + tranquillo..

Edited by Maxritmo
Link to post
Share on other sites
FAUSTO_PAESANI

Gentilissimo Maxritmo, innanzitutto Grazie per la tua cortese e celerissima risposta.

Sono convinto anche io che il relè da 10 Vcc in parallelo al 3° stop sia la soluzione migliore.

L'unico problema saarà far passare il cavetto dalla presa accendisigari interna al baule, fino al portellone, considerato il fatto che tutti i fili scorrono in un canale di gomma a fisarmonica (quello che congiunge il portellone al resto della carrozzeria), che non è facilmente raggiungibile.

In ogni caso la soluzione da te prospettata è quella che non farebbe in alcun modo risentire alcuna centralina, considerato l'irrisorio consumo di un microrelè da 10 Vcc.

Grazie ancora per la tua cortesia e competenza.

 

A presto rileggerti.

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...