Jump to content

Collegamento di massa ?


Recommended Posts

vekter66

Salve. Ho appena installato i fendinebbia (tutto funziona alla perfezione) sulla mia passat 3gb berlina 2000 cc 130 cv del 2003, e per la massa non ho potuto collegarmi all'interno del cruscotto perche' il cablaggio inviatomi nel kit era troppo corto. Cosi' ho collegato la massa provvisoriamente ad un perno della barra stabilizzatrice anteriore (lato sinistro). Sulle istruzioni di montaggio dei fendinebbia si fa cenno ad una massa a sinistra del motore ed effettivamente a sinistra del longherone anteriore (dietro al paraurti, poco sotto i radiatori per intenderci) ho trovato un lamierino di acciaio con due contatti dove sono fissati tramite capicorda una coppia di fili di colore rosso-nero e sull'altro morsetto un filo rosso-bianco. Sembrerebbe un piastrino dove collegare le masse ma dato che mi sarei aspettato vi fossero collegati fili di colore marrone ( e non rosso-nero /rosso bianco ) non mi sono fidato a collegarci la massa dei fendinebbia. C'e' nessuno che sappia che dirmi se quella e' o meno una piastra dove fare i collegamenti di massa? Se fosse una massa potrei collegare definitivamente il negativo dei fendinebbia che ho montato. Grazie a quanti sapranno togliermi questo dubbio.

Edited by vekter66
Link to post
Share on other sites
Maxritmo

se quella piastrina avvitata al telaio... è pur sempre una massa...;)

Link to post
Share on other sites
vekter66

se quella piastrina avvitata al telaio... è pur sempre una massa...;)

 

Grazie mille per la risposta. Anche a me e' sembrata una massa pero' la presenza di fili rosso-neri / rosso-bianchi invece che marroni mi ha fuorviato. Quindi confermi che quella e' una massa?

Link to post
Share on other sites
art.142/9

nei paraggi dei radiatori, vi è il sensore di temperatura esterna.. non vorrei che, la tua fantomatica "piastrina", fosse in realtà il sensore.......

 

ma, scusa: con tutto il metallo di cui è fatta la vettura, che problemi ti fai?.....

 

piglia un bullone del telaio, scartavetri appena per portare il metallo a nudo (casomai fosse verniciato)..metti un velo di vaselina sotto, sull'occhiello, e sulla vite, e vai....

 

come massa, meglio di quello, non ce n'è....

 

piuttosto: verifica se collegando il negativo direttamente a massa i fendinebbia si spengono all'inserimento degli abbaglianti...

 

ora non ricordo con esattezza.... ma mi sembra che, l'interblocco, lavorasse proprio sul negativo..........

Link to post
Share on other sites
Pasquale 90

nei paraggi dei radiatori, vi è il sensore di temperatura esterna.. non vorrei che, la tua fantomatica "piastrina", fosse in realtà il sensore.......

 

ma, scusa: con tutto il metallo di cui è fatta la vettura, che problemi ti fai?.....

 

piglia un bullone del telaio, scartavetri appena per portare il metallo a nudo (casomai fosse verniciato)..metti un velo di vaselina sotto, sull'occhiello, e sulla vite, e vai....

 

come massa, meglio di quello, non ce n'è....

 

piuttosto: verifica se collegando il negativo direttamente a massa i fendinebbia si spengono all'inserimento degli abbaglianti...

 

ora non ricordo con esattezza.... ma mi sembra che, l'interblocco, lavorasse proprio sul negativo..........

 

 

si esatto...l'interblocco lavora, togliendo il negativo e sostituendolo con un positivo....alché i fendi si ritrovano con 2 positivi e nessun negativo, e non san cosa farsene di due positivi...per cui si spengono...:lol:

 

un sistema comunissimo su quasi tutte le vetture, ma per la concezione che ho io di automazione industriale, lo ritengo un vero schifo , un sistema da pidocchiosi...:blea: ...un vero insulto alla tecnica!!dry.gif ....motivo per cui le auto sono piene di questi magheggi che dopo 10 anni , deteriorandosi creano casini allucinanti facendo impazzire chi ne ricerca il guasto....dry.gif

Edited by Pasquale 90
Link to post
Share on other sites
art.142/9

si esatto...l'interblocco lavora, togliendo il negativo e sostituendolo con un positivo....alché i fendi si ritrovano con 2 positivi e nessun negativo, e non san cosa farsene di due positivi...per cui si spengono...:lol:

 

un sistema comunissimo su quasi tutte le vetture, ma per la concezione che ho io di automazione industriale, lo ritengo un vero schifo , un sistema da pidocchiosi...:blea: ...un vero insulto alla tecnica!!dry.gif ....motivo per cui le auto sono piene di questi magheggi che dopo 10 anni , deteriorandosi creano casini allucinanti facendo impazzire chi ne ricerca il guasto....dry.gif

 

differenza di vedute... per te, tutti i sensori e gli attuatori dovrebbero esser gestiti da un cervello centrale (e vorresti poterteli modificare a tuo piacimento..) mentre molto spesso, si tende alla semplicità di funzionamento (spesso e volentieri moooolto più economica ed affidabile...) ed alla delocalizzazione delle gestioni....

 

comunque, così, a memoria, mi sembra che il commutatore dia il positivo...ma, il relè degli abbaglianti. vada a tagliare il negativo dei fendinebbia....

 

per cui: siam proprio sicuri che il filo vada collegato direttamente a massa, e non a qualche pin dei relé sottoplancia?.... dry.gif

 

e poi: ma che 3BG è?... non ho ricordi di averne vista qualcuna SENZA i fendinebbia anteriori..... unsure.gif

Link to post
Share on other sites
vekter66

differenza di vedute... per te, tutti i sensori e gli attuatori dovrebbero esser gestiti da un cervello centrale (e vorresti poterteli modificare a tuo piacimento..) mentre molto spesso, si tende alla semplicità di funzionamento (spesso e volentieri moooolto più economica ed affidabile...) ed alla delocalizzazione delle gestioni....

 

comunque, così, a memoria, mi sembra che il commutatore dia il positivo...ma, il relè degli abbaglianti. vada a tagliare il negativo dei fendinebbia....

 

per cui: siam proprio sicuri che il filo vada collegato direttamente a massa, e non a qualche pin dei relé sottoplancia?.... dry.gif

 

e poi: ma che 3BG è?... non ho ricordi di averne vista qualcuna SENZA i fendinebbia anteriori..... unsure.gif

 

Grazie a tutti per le risposte. La massa l'ho collegata provvisoriamente ad un perno sul lato sinistro della barra stabilizzatrice ( sull'altro lato c'era un altro filo proveniente da sotto la coppa dell'olio collecato a massa, cosi' ho preso l'idea di li') .Tutto funziona alla perfezione e i fendinebbia si sconnettono automaticamente passando agli abbaglianti. Ho collegato il filo positivo dei fendinebbia (che e' comune) al pin n. 2 del rele' 381 ( acquistato con il suo porta rele' in concessionaria vw ) e il rele' l'ho innestato nel posto n. 7 (come previsto da mamma vw). Dal rele' parte un filo dal pin n. 8 che va ad innestarsi al pin n. 8 del connettore a 20 poli dell'interruttore delle luci, poi altri due fili che vanno rispettivamente uno bianco al porta fusibili n. 18 e uno grigio al n. 36 .Tutto funziona alla perfezione perche' ho rispettato lo schema di montaggio originale della casa. Per chi interessa ho disattivato la funzione luci fisse estraendo con mille bestemmie i due contatti n. 3 (filo giallo bianco) e n. 6 (filo verderosso) dal connettore luci e isolandoli, cosi' ora in posizione zero a quadro acceso non si accendono piu' gli anabbaglianti + luci posizioni + targa, ma solo commutando il selettore su anabaglianti...insomma come dovrebbe essere, mentre prima ad ogni messa in moto ero costretto a passare sulle luci di posizione. Ora il dubbio che mi permane e' su quella piastrina di acciaio inox che sta fissata con due perni al di sotto del longherone che sta sotto i due radiatori sul lato sinistro del motore (guardando l'auto dal davanti). Su tale piastrina metallica sono presenti due connettori ai quali sono fissati tramite capicorda su uno due fili di colore rosso-nero e sull'altro un filo rosso-bianco. Se fosse una massa sarebbe ideale per fissarci anche la massa dei fendinebbia ( che avrei comunque potuto portare sino all'interno del vano sotto plancia del cruscotto dove e' pieno di punti di massa se quel filo non fosse stato cosi' corto ). La mia e' una PASSAT 3gb BERLINA CONFORTLINE 2000cc benzina 130cv. dell' agosto 2002, ed e' uscita di fabbrica senza i fendinebbia e con l'odiosa opzione "luci diurne fisse" che come ho detto ho disattivato.

Edited by vekter66
Link to post
Share on other sites
vekter66

nei paraggi dei radiatori, vi è il sensore di temperatura esterna.. non vorrei che, la tua fantomatica "piastrina", fosse in realtà il sensore.......

 

ma, scusa: con tutto il metallo di cui è fatta la vettura, che problemi ti fai?.....

 

piglia un bullone del telaio, scartavetri appena per portare il metallo a nudo (casomai fosse verniciato)..metti un velo di vaselina sotto, sull'occhiello, e sulla vite, e vai....

 

come massa, meglio di quello, non ce n'è....

 

piuttosto: verifica se collegando il negativo direttamente a massa i fendinebbia si spengono all'inserimento degli abbaglianti...

 

ora non ricordo con esattezza.... ma mi sembra che, l'interblocco, lavorasse proprio sul negativo..........

 

Gia' fatto, il negativo comune dei fendi l'ho fissato ad un perno della barra stabilizzatrice dove il metallo era piuttosto lucido e inossidato, utilizzando una rondella e dado autobloccante inox e spennellandoci sopra un po di grasso alla fine. E' che non sono riuscito a capire che diavolo e' quel piastrino con quei contatti sopra. A vederlo sembra una massa ma vorrei esserne sicuro al 101 % , visto che non tocco mai nulla prima di essermi documentato prima, essendo tale unica regola quella dche consente di fare tanti lavori nel proprio garage senza fare disastri.:ok:

Link to post
Share on other sites
Pasquale 90

differenza di vedute... per te, tutti i sensori e gli attuatori dovrebbero esser gestiti da un cervello centrale (e vorresti poterteli modificare a tuo piacimento..) mentre molto spesso, si tende alla semplicità di funzionamento (spesso e volentieri moooolto più economica ed affidabile...) ed alla delocalizzazione delle gestioni....

 

sicuramente la mia veduta è molto meno economica e su questo non ci sono dubbi...:D

ma non ho dubbi nemmeno sulla notevole superiorità e semplicità di verifica, di riparazione, di ampliamento, di modifica di un sistema secondo la mia veduta....:patpat:

 

che poi di fatto il sistema della ECU con la gestione motore, ci va' molto vicino...;)

 

 

 

 

 

comunque, così, a memoria, mi sembra che il commutatore dia il positivo...ma, il relè degli abbaglianti. vada a tagliare il negativo dei fendinebbia....

 

per cui: siam proprio sicuri che il filo vada collegato direttamente a massa, e non a qualche pin dei relé sottoplancia?.... dry.gif

 

e poi: ma che 3BG è?... non ho ricordi di averne vista qualcuna SENZA i fendinebbia anteriori..... unsure.gif

 

 

quoto....

 

edit:

 

avevo scritto una puttanata immane e l'ho corretta...:D ...sorry...riposto gli schemi...e come si può notare, al contrario di quel che avevamo supposto è possibilissimo collegare il negativo dei fendi al telaio diretto...:rolleyes:

 

schema elettrico fendi.pdf

 

:ok:

Edited by Pasquale 90
Link to post
Share on other sites
enry68

sicuramente la mia veduta è molto meno economica e su questo non ci sono dubbi...:D

ma non ho dubbi nemmeno sulla notevole superiorità e semplicità di verifica, di riparazione, di ampliamento, di modifica di un sistema secondo la mia veduta....:patpat:

 

che poi di fatto il sistema della ECU con la gestione motore, ci va' molto vicino...;)

 

 

 

 

... <omissis> ...

 

Mi spiace Pasquale ma quello che dici non corrisponde a quella che è l'automazione. Che poi sia Industriale o meno poco imposrta.

 

Non sto certo io a tenerti una lezione di macchine o calcolatori numerici perchè non ne sare in grado, ma ti invito a studiare un pochino di queste cose. La tua opinione è legittima ma è solo la tua non quella di tutti, soprattutto di quelli che hanno passato una vita intera a progettare e a cercare di migliorare i sistemi complessi, bada bene INDIPENDENTEMENTE da come questi siano congegnati: elettrici, elettronici, meccanici, SW o altro, la filosofica che c'è dietro raccoglie tutte le esigenze comprese quelle dei riparatori di quelli che alla fine si sporcano le mani di grasso e pensano " ma perchè cavolo lo hanno pensato così ... non pevano fare in quest'altro modo ?" e così via.

 

Spesso fare un sistema che sia, semplice e intelligente, SICURO, economico e facile da riparare (in caso di guasto) non è così semplice come spesso si crede additando "al cattivo progetto" oppure "sono proprio dei tirchi, per risparmiare ... bla bla".

 

Giusto per toccare la cima del iceberg, un sistema complesso va scomposto nei suoi sottositemi che a loro volta dovranno essere meno complessi del precedente. L'intelligenza, come spesso erroneamente si tende a pensare, non sta in una unità ma nella somma di tutte le sotto unità. Un sistema di controllo con logica distribuita risulta essere più semplice da realizzare (non da progettare) e garantisce, in caso di rottura localizzata, un funzionamento minimo e comunque del resto sistema. Non sono io a dirlo, del quale potresti essere diffidente, e se vuoi un esempio studiati come funziona la logica di controllo del CAN-BUS (è solo un esempio ma almeno è un qualcosa che se non altro hai già sentito nominare).

 

Quindi accentrare i controlli e le decisioni su un unica unità (come Art ti ta ha già detto) non solo è poco funzionale ma anche meno sicuro. Oggi si pensa a sistemi distribuiti dove le decisioni vengono prese in base a certe circostanze dettate dallo stato dei vari sensori posti sul sistema, ogni centralina sa cosa fare in base ad un "disegno" di più alto livello che è anch'esso sparpagliato su tutte le unità. ;)

 

... dimenticavo poi ci sono le Aziende che provano a dare maggior priorità ai costi e alle "ladronerie varie", ma io mi riferivo alla teoria idilliaca che invece viene applicata all'estero ... :lol:

 

Enrico.

Link to post
Share on other sites
Pasquale 90

Mi spiace Pasquale ma quello che dici non corrisponde a quella che è l'automazione. Che poi sia Industriale o meno poco imposrta.

 

Non sto certo io a tenerti una lezione di macchine o calcolatori numerici perchè non ne sare in grado, ma ti invito a studiare un pochino di queste cose. La tua opinione è legittima ma è solo la tua non quella di tutti, soprattutto di quelli che hanno passato una vita intera a progettare e a cercare di migliorare i sistemi complessi, bada bene INDIPENDENTEMENTE da come questi siano congegnati: elettrici, elettronici, meccanici, SW o altro, la filosofica che c'è dietro raccoglie tutte le esigenze comprese quelle dei riparatori di quelli che alla fine si sporcano le mani di grasso e pensano " ma perchè cavolo lo hanno pensato così ... non pevano fare in quest'altro modo ?" e così via.

 

Spesso fare un sistema che sia, semplice e intelligente, SICURO, economico e facile da riparare (in caso di guasto) non è così semplice come spesso si crede additando "al cattivo progetto" oppure "sono proprio dei tirchi, per risparmiare ... bla bla".

 

Giusto per toccare la cima del iceberg, un sistema complesso va scomposto nei suoi sottositemi che a loro volta dovranno essere meno complessi del precedente. L'intelligenza, come spesso erroneamente si tende a pensare, non sta in una unità ma nella somma di tutte le sotto unità. Un sistema di controllo con logica distribuita risulta essere più semplice da realizzare (non da progettare) e garantisce, in caso di rottura localizzata, un funzionamento minimo e comunque del resto sistema. Non sono io a dirlo, del quale potresti essere diffidente, e se vuoi un esempio studiati come funziona la logica di controllo del CAN-BUS (è solo un esempio ma almeno è un qualcosa che se non altro hai già sentito nominare).

 

Quindi accentrare i controlli e le decisioni su un unica unità (come Art ti ta ha già detto) non solo è poco funzionale ma anche meno sicuro. Oggi si pensa a sistemi distribuiti dove le decisioni vengono prese in base a certe circostanze dettate dallo stato dei vari sensori posti sul sistema, ogni centralina sa cosa fare in base ad un "disegno" di più alto livello che è anch'esso sparpagliato su tutte le unità. ;)

 

... dimenticavo poi ci sono le Aziende che provano a dare maggior priorità ai costi e alle "ladronerie varie", ma io mi riferivo alla teoria idilliaca che invece viene applicata all'estero ... :lol:

 

Enrico.

 

 

enry...ne abbiamo già discusso...dry.gif

ed ho sempre detto che è solo una mia opinine...

cmq...in fatto di sicurezza...se vuoi saperne una(giusto per tua curiosità) impianti di risalita e giochi come quelli di gardaland(montagne russe ecc) funzionano esattamente con la logica centralizzata che io amo tanto...con la ridondanza quadrupla dell'unità di controllo e doppia per i sensori di sicurezza...;) B)

 

direi che adesso puoi sentirti sicuro quando sali su quei giochi immaginando che sono pensati secondo uno dei miei preferiti "disegni perversi" di controllo numerico!...:patpat:

Link to post
Share on other sites
enry68

enry...ne abbiamo già discusso...dry.gif

ed ho sempre detto che è solo una mia opinine...

cmq...in fatto di sicurezza...se vuoi saperne una(giusto per tua curiosità) impianti di risalita e giochi come quelli di gardaland(montagne russe ecc) funzionano esattamente con la logica centralizzata che io amo tanto...con la ridondanza quadrupla dell'unità di controllo e doppia per i sensori di sicurezza...;) B)

 

direi che adesso puoi sentirti sicuro quando sali su quei giochi immaginando che sono pensati secondo uno dei miei preferiti "disegni perversi" di controllo numerico!...:patpat:

 

 

Ti lascio alle tue convinzioni che non denigro ma che ripeto sono tue convinzioni. Comunque stiamo parlando di sistemi molto più semplici, fidati sono più semplici, entro certi valori distribuire costa di più, ma qui si parlava in generale non delle montagne russe.

 

Se poi vuoi parlare di sistemi sicuri pensa all'avionica dove i sistemi di volo sono triplicati ed il SW ed anche l'HW sono realizzati secondo delle regole che neppure immagini ( è un sempio: http://en.wikipedia.org/wiki/DO-178B ), ma comunque la logica distribuita va oltre e come ho detto esistono eccezzioni.

 

Vorrei tanto discuterne di persona (è stimolante parlare con te) perchè so che tu parli per esperienza vissuta e per convizioni che sono sicuramente fondate ma credo che se tu aprissi un pochino di più la tua mente potresti fare molto di più, ho letto più volte il modo in cui scrivi certe cose e quindi so che ho ragione. (anche se non sembra vuole essere un complimento. :lol: )

 

A presto,

Enrico.

Link to post
Share on other sites
Pasquale 90

Ti lascio alle tue convinzioni che non denigro ma che ripeto sono tue convinzioni. Comunque stiamo parlando di sistemi molto più semplici, fidati sono più semplici, entro certi valori distribuire costa di più, ma qui si parlava in generale non delle montagne russe.

 

Se poi vuoi parlare di sistemi sicuri pensa all'avionica dove i sistemi di volo sono triplicati ed il SW ed anche l'HW sono realizzati secondo delle regole che neppure immagini ( è un sempio: http://en.wikipedia.org/wiki/DO-178B ), ma comunque la logica distribuita va oltre e come ho detto esistono eccezzioni.

 

Vorrei tanto discuterne di persona (è stimolante parlare con te) perchè so che tu parli per esperienza vissuta e per convizioni che sono sicuramente fondate ma credo che se tu aprissi un pochino di più la tua mente potresti fare molto di più, ho letto più volte il modo in cui scrivi certe cose e quindi so che ho ragione. (anche se non sembra vuole essere un complimento. :lol: )

 

A presto,

Enrico.

 

 

:lol: ...io non me la prendo mai....sono troppo "sfacciato"...e nello stesso tempo non c'é modo di convincermi su niente se non è che mi convinco da solo di qualche cosa strada facendo e sbattendoci i corni....:D

ed un'altra caratteristica mia è che anche se discutessimo ad un incontro...dopo 3 minuti di discussione sarei capace di dirti "si si si si si enry...va bene così!...cambiamo discorso va'! " :sad:

 

io sono così....:rolleyes:

 

 

ps: sto litigando con marchingegno che non vuole funzionare come deve...:mad:

Link to post
Share on other sites
enry68

:lol: ...io non me la prendo mai....sono troppo "sfacciato"...e nello stesso tempo non c'é modo di convincermi su niente se non è che mi convinco da solo di qualche cosa strada facendo e sbattendoci i corni....:D

ed un'altra caratteristica mia è che anche se discutessimo ad un incontro...dopo 3 minuti di discussione sarei capace di dirti "si si si si si enry...va bene così!...cambiamo discorso va'! " :sad:

 

io sono così....:rolleyes:

 

 

ps: sto litigando con marchingegno che non vuole funzionare come deve...:mad:

 

 

... è perchè dovresti prendertela, per cosa poi ?

 

Io non voglio e non devo convinvìcere nessuno e mi dispiace per te che non hai la mente aperta, tutto qui. :)

 

 

Ciao

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...