Jump to content
.martino

Blocco Auto Diesel Euro 3 Causa Inquinamento

Recommended Posts

Maxritmo

Il gas è un abominio solo di tasse e costi fissi è un furto... Pensa al resto

Share this post


Link to post
Share on other sites
.martino
Io no... Preferisco ancora il diesel

 

Anche io!

Se dovessi cambiarla non saprei che prendere di più recente, i diesel coi fap/dpf sono un disastro, i gpl/metano non hanno autonomia e prestazioni, i benzina costano troppo.

 

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
.martino

Sugli ibridi se uno compera la golf gte e ha problemi al pacco batterie??? Non fa per me.

Fino a che posso mi tengo il mio vecchio naftone

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maxritmo

anche perchè coi tempi che corrono... se uno ha un auto un minimo efficiente è meglio che se la tenga...

Share this post


Link to post
Share on other sites
.martino

Va bene e costa poco

E pare affidabile

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Edited by .martino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vadocomeundiavolo

Negli ultimi 20 anni le auto hanno fatto la loro parte, passando da euro 1 a euro 6, e se andate a vedere i valori sono più che dimezzati.

La politica non ha fatto la sua parte, proponendo un servizio pubblico non proporzionato alle tasse pagate e degno di una delle prime nazioni del mondo nel 2016.

Evidentemente non è un problema da risolvere quello dell'inquinamento.

Vorrei vedere il parco circolante dei mezzi pubblici di Roma, negli ultimi 10 anni di quante tonnellate ha diminuito le emissioni all'anno, comprese le auto comunali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
.martino

Siamo il terzo mondo, i soldi li sputtanano da dopo il periodo del boom economico

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Edited by .martino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maxritmo

Negli ultimi 20 anni le auto hanno fatto la loro parte, passando da euro 1 a euro 6, e se andate a vedere i valori sono più che dimezzati.

La politica non ha fatto la sua parte, proponendo un servizio pubblico non proporzionato alle tasse pagate e degno di una delle prime nazioni del mondo nel 2016.

Evidentemente non è un problema da risolvere quello dell'inquinamento.

Vorrei vedere il parco circolante dei mezzi pubblici di Roma, negli ultimi 10 anni di quante tonnellate ha diminuito le emissioni all'anno, comprese le auto comunali.

balle... a pari traffico l inquinamento è uguale...

Share this post


Link to post
Share on other sites
sem1972

Fonte Ansa:

 

Terzo giorno di fermo auto a Milano e restrizioni ai veicoli inquinanti a Roma ma le polveri sottili non accennano a diminuire. Oggi governatori e sindaci incontrano il ministro dell'Ambiente Galletti per concordare altre misure, mentre Legambiente ha organizzato un flash mob davanti alla sede del dicastero. Per Maroni servono misure strutturali per due miliardi.

Blocco del traffico e targhe alterne non bastano - Blocco delle auto e targhe alterne non bastano per ridurre lo smog. Lo dicono le centraline di Milano e Roma che ieri hanno mostrato addirittura aumenti o stabilità delle polveri sottili PM10. Il governatore della Lombardia Roberto Maroni riconosce che i "blocchi estemporanei non servono" mentre ci vogliono 2 miliardi per misure strutturali (per potenziare il trasporto pubblico locale e per incentivi per vietare nella regione veicoli inquinanti). Palazzo Marino spiega che le valutazioni vanno fatte al termine delle tre giornate di fermo del traffico e che, comunque, questo provvedimento ha contribuito a non far aumentare l'inquinamento.

In attesa di misure strutturali e di lungo periodo, ma soprattutto coordinate, che dovrebbero essere esaminate oggi nell'incontro del ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti con governatori e sindaci dei grandi centri urbani, il premier Renzi ha fissato un obiettivo: "Nell'arco di un paio di anni, passare da 2.000 centraline di ricarica elettrica a 20.000, rinnovare il parco autobus ed efficientare le case popolari". Un rinnovamento del parco dei mezzi pubblici e incentivi anche per quelli privati, un piano per l'efficienza energetica degli edifici e per la sostituzione dei sistemi di riscaldamento anche dei privati, investimenti sulla mobilità sostenibile e stop ai dati che creano allarmismo sono alcune priorità che Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni, presenterà oggi. E' poi necessaria "una forte guida del Governo, sul modello della cabina di regia di Italia Sicura" mentre bisogna "abbandonare le speculazioni politiche perché è un argomento troppo serio per rimanere al voto in più della campagna elettorale". Il governatore della Toscana, Enrico Rossi chiede di "cambiare la normativa" sul conteggio dei giorni di sforamento del tetto delle polveri sottili, non ripartendo ogni volta dal capodanno, ma "considerando sempre i 365 giorni precedenti".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maxritmo

tanto inculano sempre quelli che non si possono difendere... buffoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario_Rossi

tanto inculano sempre quelli che non si possono difendere... buffoni

Anche perchè rottamo un €3 diesel, ok mi dai il bollo gratis se compro una macchina nuova meno inquinante... e con che soldi la compro? Il bollo gratis non è che mi fa ammortizzare la spesa. Se ho una macchina vecchia è perchè non posso permettermi una nuova o perchè va comunque bene.

Non siamo in Giappone dove i mezzi pubblici funzionano ed i proprietari di macchine nelle metropoli (tipo Tokio) sono "pochi".

 

A sto punto comincia ad essere vantaggioso un nolleggio a lungo termine chilometrico.

Pago un tot a km più il carburante e la proprietà, bollo, assicurazione, taglianti/manutenzione se li smazza il nolleggiatore.

Edited by Mario_Rossi

Share this post


Link to post
Share on other sites
TDINERO

Fonte Ansa:

 

Terzo giorno di fermo auto a Milano e restrizioni ai veicoli inquinanti a Roma ma le polveri sottili non accennano a diminuire. Oggi governatori e sindaci incontrano il ministro dell'Ambiente Galletti per concordare altre misure, mentre Legambiente ha organizzato un flash mob davanti alla sede del dicastero. Per Maroni servono misure strutturali per due miliardi.

 

Blocco del traffico e targhe alterne non bastano - Blocco delle auto e targhe alterne non bastano per ridurre lo smog. Lo dicono le centraline di Milano e Roma che ieri hanno mostrato addirittura aumenti o stabilità delle polveri sottili PM10. Il governatore della Lombardia Roberto Maroni riconosce che i "blocchi estemporanei non servono" mentre ci vogliono 2 miliardi per misure strutturali (per potenziare il trasporto pubblico locale e per incentivi per vietare nella regione veicoli inquinanti). Palazzo Marino spiega che le valutazioni vanno fatte al termine delle tre giornate di fermo del traffico e che, comunque, questo provvedimento ha contribuito a non far aumentare l'inquinamento.

 

In attesa di misure strutturali e di lungo periodo, ma soprattutto coordinate, che dovrebbero essere esaminate oggi nell'incontro del ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti con governatori e sindaci dei grandi centri urbani, il premier Renzi ha fissato un obiettivo: "Nell'arco di un paio di anni, passare da 2.000 centraline di ricarica elettrica a 20.000, rinnovare il parco autobus ed efficientare le case popolari". Un rinnovamento del parco dei mezzi pubblici e incentivi anche per quelli privati, un piano per l'efficienza energetica degli edifici e per la sostituzione dei sistemi di riscaldamento anche dei privati, investimenti sulla mobilità sostenibile e stop ai dati che creano allarmismo sono alcune priorità che Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni, presenterà oggi. E' poi necessaria "una forte guida del Governo, sul modello della cabina di regia di Italia Sicura" mentre bisogna "abbandonare le speculazioni politiche perché è un argomento troppo serio per rimanere al voto in più della campagna elettorale". Il governatore della Toscana, Enrico Rossi chiede di "cambiare la normativa" sul conteggio dei giorni di sforamento del tetto delle polveri sottili, non ripartendo ogni volta dal capodanno, ma "considerando sempre i 365 giorni precedenti".

hanno scoperto l'acqua calda.

 

ma che cavolo si aspettavano?

 

che fermando 5 6 ore le macchine, per di più sotto le feste,l'inquinamento calava alla grande?dopo 3 mesi che non piove?

 

 

 

 

tanto sono tutte parole.

appena inizierà a piovere o nevicare, non se ne parlerà più, fino alla nuova emergenza.

l'aria nelle grandi città fà schifo dagli anni 80, cosa è cambiato?

 

 

 

poi cmq ci sono troppi interessi verso il petrolio.

 

se davvero vorrebbero,in pochi anni, avremmo macchine che vanno ad acqua o quasi. con zero costi per noi, e zero inquinamento.ma non lo faranno mai.

Edited by TDINERO

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario_Rossi

http://www.msn.com/it-it/notizie/italia/il-piano-antismog-del-governo-%C2%ABlimite-di-30-km-all%E2%80%99ora-in-citt%C3%A0%C2%BB/ar-BBo2TlR?li=AA54uE

 

 

Tra questi la riduzione della velocità che è, di per sé, inquinante. La proposta è di farla scendere a 30 all’ora in città e a 110 in autostrada (contro gli attuali 130). Attuando contemporaneamente misure di snellimento del traffico per evitare le code, altra grande fonte di smog

C'è da morir dal ridere e contemporaneamente piangere per la stupidità di queste proposte.

Non è che se mi fanno andar più piano inquino di meno, anzi, forse è proprio l'opposto.

Se riesco a viaggiare a 70km/h in sesta inquino molto meno che a 30km/h in seconda.

Meno stop/start faccio meno inquino, meno invorniti trovo alla guida meglio vado.

Il percorso che faccio casa-lavoro con 0 traffico impiego 20 minuti con il 4%, nei momenti di punta impiego 40 minuti e consumo il 5.5%

 

Purtroppo ste proposte vengono da persone che evidentemente non sono abituate a guidare o che magari hanno carburante a gratis e quindi non si preoccupano di adottare stili di guida economici.

Normalmente queste persone coincidono anche con proprietari di suv :fischio:

Share this post


Link to post
Share on other sites
THEEAGLE

le persone di cui parli non sanno nemmeno cosa costa il carburante alla pompa...

non sanno magari nemmeno guidare che tanto o hanno gli autisti o si fanno le "passeggiate scortati" ....

 

 

mondomerda...

 

 

e poi cosa significa incentivi per la sostituzione dei sistemi di riscaldamento dei privati? che ti fanno la olita cretinata delle dtrazioni 35/55% ?

una gran boiata...ci sono dei limiti sulla spesa che si fa e ti abbuonano il 55% solo su quella, sforati quei limiti te li prendi in tel ....

poi un semplice impiegato/operaio fa pure presto ad arrivare al suo limite dll'irpef e quindi quello che eccede se lo prende comunque in saccoccia...

 

altra cosa, un disoccupato senza lavoro e senza altri introiti da cassa integrazione o altro non può certo pensare di depauperare 4 soldi rimasti....

 

 

altra cosa incentivi sulle auto? buttare un'auto seppur vecchia ma ancora ben funzionante significa in primis spendere almeno dai 10mila in su per un'auto nuova decente, per poi ritrovarsi con un giocattolino che ti fa andare + in officina e andar a piedi che circolare per le strade....

 

che vadano cagare, tanto il problema smog non dipende dalle nostre piccole berlinette....il problema smog è dai grossi impianti di riscaldamento e dai fabbriconi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...