Jump to content
Mario_Rossi

Moto Gp

Recommended Posts

Li vogliamo cattivi, li vogliamo un po' ignoranti, li vogliamo politicamente scorretti. Li vogliamo vincenti. Il team "carini e coccolosi" - la definizione è di un tifoso, l'abbiamo letta sul web e ci piace da pazzi - che la Ducati ha messo in pista quest'anno non ha funzionato. Il perché non è una novità, da sempre le squadre migliori sono quelle con due piloti che si odiano, non quelle nelle quali si va d'amore e d'accordo.

Il team come una famiglia è una invenzione dei nostri tempi dove è lecito fingere ed è peccato mostrare i veri sentimenti.

Prost e Senna si odiavano e Agostini e Read non erano da meno. Rainey non sopportava Kocinski e non a caso, infatti, la migliore stagione della casa di Borgo Panigale è stata quella dell'anno scorso quando visibilmente Dovi soffriva il vero Lorenzo, non quello che l'anno prima lo applaudiva sotto al podio.

E se l'obiettivo è il mondiale anche se sembra brutto bisogna stabilire delle gerarchie. Rainey si incazzò abbestia quando Luca Cadalora gli soffiò la vittoria a Donington nel 1993 e Kenny Roberts trattò malissimo Eddie Lawson che non fu capace di proteggergli le spalle da Freddie Spencer ad Imola nel 1983.

Se il primo secondo posto di Andrea Dovizioso alle spalle di Marquez, nel 2017, è stato un risultato ed il secondo l'anno passato la conferma che la Ducati potrebbe rivincere un titolo che manca dal 2007, il terzo, quest'anno, è semplicemente una sconfitta amara ed atroce.

Marc è stato un rullo compressore, è vero, non ha mai fatto peggio del secondo posto, si è fermato, non per colpa sua, una sola volta, ma hanno vinto anche Rins, Vinales e Petrucci. Complessivamente quattro Gran Premi, dunque Marc è magico, ma non imbattibile.

Inoltre i team con due campioni vanno gestiti con autorità, non con ignoranza o cerchiobottismo. E se si sa di avere due numeri uno in squadra non è una iattura, è una scelta e bisogna comportarsi di conseguenza.

Dunque: un solo capo a capo di tutto. Onori e oneri. Una sola parola, un solo volto. Oggi abbiamo visto Gigi Dall'Igna dare un abbraccio sincero a Jorge Lorenzo al suo rientro ai box. Lui non ha mai dubitato di avere un Campione non solo un buon pilota fra le mani.

Vabbè, lo avete capito: la politica Ducati di quest'anno non ci è piaciuta e, sinceramente, quel considerare un eventuale 'titolo del team' come un risultato è stato ridicolo. Come se impedire ad Honda di conquistare la 'triplice corona' (che non conta un beneamato tubo, diciamocelo) fosse un qualcosa in grado di dare un seppur piccolo briciolo di soddisfazione.

Siamo seri. Lo sport, qualsiasi sport, è sopraffazione in guanti bianchi e, ovviamente, c'è tutta una serie di giuste regole da rispettare. E' una guerra che bisogna imparare a perdere con stile.

Fabio Quartararo quest'anno ha ricordato alla Yamaha che nel motociclismo il pilota conta ancora più della moto. Ha tolto ogni scusa a Rossi e Vinales. La Ducati dovrebbe fare tesoro di questa realtà.

 

 

 

https://www.gpone.com/it/blog/paolo-scalera/2019/11/17/per-la-rossa-servono-piloti-maleducati.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo in parte. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avvistato Miller a colloqui con Dall'Igna. Per me uno scambio di selle con Petrucci è nell'aria

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ufficiale: i fratelli Marquez in HRC il prossimo anno.

A livello di marketing è una gran mossa, per il resto, per me, hanno fatto una cazzata. Sono proprio curioso di vedere come si comporteranno quando si scontreranno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, FiloGTI ha scritto:

Li vogliamo cattivi, li vogliamo un po' ignoranti, li vogliamo politicamente scorretti. Li vogliamo vincenti. Il team "carini e coccolosi" - la definizione è di un tifoso, l'abbiamo letta sul web e ci piace da pazzi - che la Ducati ha messo in pista quest'anno non ha funzionato. Il perché non è una novità, da sempre le squadre migliori sono quelle con due piloti che si odiano, non quelle nelle quali si va d'amore e d'accordo.

Questa è una balla mondiale...i 2 galli in un pollaio non hanno MAI funzionato.A parte che è già difficile aver 2 campioni in un'unica squadra(è un'eccezione storica),ma anche quand'è successo è stato un fallimento.

A meno che,ovvio,non ci sia il deserto intorno ed allora quei 2 possan poi fare quel cacchio che gli pare...com'è stato con Prost e Senna,per esempio.

 

Rimanendo su Ducati,quest'anno sarebbe stato più che ottimo...se Petrux avesse continuato sui suoi livelli e non si fosse bloccato (il che è un'eccezione sia per lui che per la normalità):sarebbe bastato correre decentemente,e si portava a casa il 2° ed il 3° posto,alla faccia che non era una scelta vincente!

Non si è vinto il mondiale?eh,ma lì la squadra conta zero...hai davanti Marquez,quand'è così non c'è niente da fare.

 

3 ore fa, FiloGTI ha scritto:

Avvistato Miller a colloqui con Dall'Igna. Per me uno scambio di selle con Petrucci è nell'aria

Non ne capirei il senso...Miller non ha dimostrato di meritarsi una squadra ufficiale(parte bene ma poi cala alla lunga sempre),e Petrucci fino a metà stagione è stato eccellente:vuol recuperato,e basta.

In ogni caso,nei fatti cambierebbe poco dato che entrambi corrono già con una ufficiale.

 

3 ore fa, who83 ha scritto:

Anche Zarco è stato visto con Dall'Igna. Boh, vedremo.

Si parlava di Avintia per lui...ma ha già smentito il francese.

 

2 ore fa, who83 ha scritto:

Ufficiale: i fratelli Marquez in HRC il prossimo anno.

A livello di marketing è una gran mossa, per il resto, per me, hanno fatto una cazzata. Sono proprio curioso di vedere come si comporteranno quando si scontreranno.

Allora,io sono molto contento che Marquez salga...è il campione della Moto2,è doveroso che uno cos' trovi posto nella MotoGP;inoltre per come corre non aveva senso che rimanesse in Moto2.

Non capisco proprio però perchè metterlo in HRC,che di fatto è una condanna per lui:doveva ereditare casomai il posto di Crutchlow(e Zarco stare in HRC),ma dato che non era possibile per via del contratto di Cal avrebbero dovuto approntare una Honda solo per lui(come si fece con Rossi e la Nastro Azzurro)...è forte,arriverà,ma gli vuol dato il tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quante Honda ufficiali ci saranno?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marquez jr. già per terra, senza conseguenze

Share this post


Link to post
Share on other sites

Correndo con suo fratello si brucierà la carriera... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, Muttley74 ha scritto:

Correndo con suo fratello si brucierà la carriera... 

 

anche secondo me. Troppa pressione e troppe aspettative tutte insieme su una moto complicata. Per me non poteva fare scelta peggiore.

 

Magari ci smentirà tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

I penso che se per sbaglio smettesse di vincere un Marquez e cominciasse un altro Marquez Muttley si suicida :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Correndo con suo fratello si brucierà la carriera... 

Non arriverei a dir tanto... I primi tempi non sarà un problema, anzi semmai un vantaggio. La questione si pone sul lungo periodo.

Inviato dal mio H8314 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...