Jump to content

gundam67

Members
  • Content Count

    1,234
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2 Neutral

About gundam67

  • Rank
    Golfista Junior
  • Birthday 12/16/1967

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Origini
    Perugia

Previous Fields

  • Auto posseduta
    Golf IV 2.8 V6
  • Moto posseduta
    Suzuki Freewind 650
  1. Ragazzi la foto sarà pure falsa, ma Al Quaeda dice che è morto davvero o perlomeno sono incacchiati come se lo fosse...
  2. gundam67

    Aerei militari

    Il miglior caccia in assoluto della WWII, era talmente veloce da accoppare i suoi collaudatori. Se il pilota del P51 avesse dato manetta e cloche tutta indietro all'F15 non sarebbe rimasto altro che inseguire. Riguardo a questo i tedeschi lo chiamavano "il diavolo dalla coda biforcuta" Queste meravigliose macchine, North American, Lockeed, Curtiss, Grumman, Messerschmitt, Junkers, Supermarine, Mitsubishi, ma anche Aermacchi, Fiat e Piaggio (ne avrò dimenticati chissà quanti) hanno rappresentato la massima espressione raggiungibile dal motore a pistoni e, per certi versi, non più raggiunta.
  3. La riferisco per come i telegiornali l'hanno passata, in sostanza: Con le ultime modifiche al codice della strada il pedone sulle strisce è considerato sacro più di prima. - Se non ci si ferma quando un pedone è sul margine del marciapiede pronto ad attraversare sulle strisce c'è una multa da paura e - 8 punti sulla patente, figurati se lo investi. - D'altro canto se ci sono le strisce nel raggio di 100 m esso è però costretto ad usarle altrimenti può attraversare solo dando la precedenza ai veicoli. Nel secondo caso, se lo investi, credo che buona parte della colpa se la prenderebbe lui!
  4. Era bruciato un pixel dell'LCD non un led. I televisori a led ancora non esistono, sono dei comuni lcd retroilluminati a led.
  5. Mi ricordo di aver letto qualcosa di questo prototipo... era diesel se non sbaglio e, mi sembra avesse raggiunto la velocità di 400 km\h
  6. Preso questo da poco http://www.panasonic.it/html/it_IT/Prodott...9805/index.html Il colmo è che in due centri commerciali a distanza di 200m c'erano 200,00€ di differenza (1,00€ al metro :P ), solo perchè in uno dei due la Panasonic era in offerta: occhio dunque. Anch'io ero partito con il LED, ma poi visto il funzionamento e capita la "sola" ho ripiegato felice sul Plasma. Il consumo dipende in entrambi i casi dal contrasto che si utilizza durante la visione e il plasma consuma di più, ma non come una volta. Il modello che ti ho indicato consuma nominalmente 150 W ed è un 46 pollici. Ad oggi quello che consuma meno è un modello 42 della Philips a led con circa 90 W, ma costa oltre 2.000,00 €... sai quanta corrente ci pago con la differenza! Se scegli plasma Vai su Panasonic che è il top con questa tecnologia perchè ci ha puntato molto e, a titolo di curiosità, il loro chassis è tutto in metallo e lo schermo resiste a impatti di 4 joule. lascia perdere Lg e Samsung che qualitativamente (materiali) lasciano davvero a desiderare. La durata delle celle è ormai pari o superiore ai led e comunque moltissimo rispetto alla vita media di un televisore di questo tipo (mi pare oltre 70.000 ore) Ah a proposito il prezzo pagato era inferiore a qualunque altro sul web, specialmente a quello di Pixmania che era tra i più cari. Altra informazione (sono scordereccio stasera): più di un venditore mi ha assicurato che i televisori in esposizione sono tutti in modalità "negozio", facilmente selezionabile da telecomando, perchè questo gli semplifica di molto il lavoro. Dunque, contrariamente a quello che pensavo anch'io, l'immagine che si vede sugli schermi accesi è la migliore che il televisore può ottenere.
  7. Con quasi 260 g\km spero proprio non venga mai applicato tale balzello!
  8. Frank: "Un bravo poliziotto fatto fuori senza motivo da una banda di codardi teppisti" Ed: "Non è così che deve morire un uomo" Frank: "Hai ragione Ed. Un paracadute che non si apre. Questo è un bel modo di morire. O restare intrappolato tra gli ingranaggi di una macchina. O un lappone che con un morso ti strappa le palle! È così che me ne voglio andare". Oddio... per certi versi meglio così che quella del lappone... :) :( R.i.p.
  9. La deontologia professionale mi impone di non fare commenti, anche se di cose da dire ne avrei... eccome! Allora commento da cittadino e non da professionista. La fiera delle insulsaggini! Programma sconcertantemente banale, condotto da un ometto piccolo e scontato quanto inutile, chi lo guarda sa già cosa sentirà, anzi cosa vuole sentire! Quel grande Italiano non so se crede o no a quello che dice, ma nei fatti ne disattende la quasi totalità. Biosostenibiltà, architettura (scritto volutamente piccolo) per l'Uomo, ispirazione dai classici e rispetto per la tradizione... ma per favore! Che si vada a rileggere la definizione di Architetto sul "De Re Aedificatoria" di Leon Battista Alberti e desse un'occhiata se quanto di quello che ha realizzato corrisponde a tale definizione. Son tutti capaci a fare architettura da baraccone (autocelebrativa per capirsi) con fondi illimitati e tante banche alle spalle. Le idee senza i soldi dietro non valgono niente! Questo assioma è incontestabile, figuriamoci poi in ambito edile. E neppure su questa cosa ha ragione: l'Italia è il posto in cui tornare dopo aver fatto esperienza in giro per il mondo. E una volta tornati, a meno che non si sia un Grande Italiano, si è tranquillamente disoccupati o meglio impossibilitati a svolgere il ruolo. Non so se il Grande Italiano ne sia al corrente, ma aprire una finestra su un bene vincolato da una qualsiasi soprintendenza italiana è quasi impossibile! Così come i rapporti da gestire con una qualsivoglia amministrazione pubblica, sempre costellati da lacci e laccioli, permessi, autorizzazioni... solo chi lavora in questi ambiti sa di cosa parlo. I giovani talenti dovrebbero restare qui o ritornare qui? E a fare cosa? Dubitate gente, dubitate sempre! :welcome:
  10. Via ragazzi la strategia è stata la più ovvia. Anche se partiva dietro era Webber quello da marcare perchè più avanti in classifica, era la scelta più logica. Quanto agli altri eventi che si sono verificati, onestamente non è che fossero tutti prevedibili o perlomeno non tutti insieme (safety car, Petrov e Rosberg ecc.) Diciamo che: - Domenicali ha sbagliato parecchio durante il mondiale, anche se per la gara di oggi non gliene farei una colpa. - Pure Vettel ha sbagliato parecchio, ma con la Red Bull migliore della Ferrari se lo è potuto permettere; - La scelta di fermarsi di Webber è stata causata dalla "toccata" e abbastanza assurdo pensare ad una trappola; - Quando si è da soli si può marcare solo un avversario! Ferraristi siate obiettivi e fatevene una ragione! Ha vinto la macchina migliore perchè disegnata e sviluppata da un genio che disegna le auto ancora su carta millimetrata (snobbando il CAD). Ha vinto il pilota più "in palla" anche se , secondo me, non il più sveglio... avete fatto caso a chi assomiglia! proprio al maniaco delle armi in "Scuola di Polizia" " Eugene Tackleberry (l'attore David Graf) :( :P :P
  11. Veramente è proprio così... c'è pure scritto nel video! Piuttosto chissà che ne pensa Gronholm... La macchina era sua! :D
  12. Ah dimenticavo! Un bagagliaio gigantesco che ha ospitato tutte, ma dico tutte, le valigie per 15 giorni. Sui sedili c'erano solo i giacchetti! Peccato che poco adatta alle nostre strade... me la sarei portata a casa volentieri
  13. ...e allora rendiamo omaggio a questo marchio! Questa ci ha accompagnato per quasi 4500 km in giro per Alberta e British Columbia nel West Canada durante il viaggio di nozze. Non ci crederete, ma è forse la migliore berlina che io abbia mai guidato. Stabile, precisa, reattiva, un V6 a benzina corposo ed elastico ed ... udite udite 13 km/lt di media su tutta distanza percorsa. Sull'isola di Vancouver Sulla strada dei Ghiacciai Lei è una Grand Prix SE 3.2 V6
  14. Cosa dice un ginecologo al momento del commiato con le sue pazienti? - " Arrivedergliela"
  15. ...io non so che scrivere e non ci posso credere... Ci siamo scritti in pm alcune volte ed ha avuto sempre un suggerimento, una parola... considerazione insomma. I pensieri volano ben oltre la tastiera e anche se non ho mai avuto la possibilità di conoscerlo mi mancherà. Un pezzo di questa grande famiglia se n'è andato e... mi sento davvero svuotato. R.i.p e un abbraccio ai genitori. Pierpaolo
×
×
  • Create New...