Jump to content

joe_68

Members
  • Content Count

    109
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Neutral

About joe_68

  • Rank
    Nuovo arrivato

Profile Information

  • Sesso
    Uomo
  • Interessi
    Meccanica, Informatica, Diritto, Macchine Agricole, Fotografia

Previous Fields

  • Auto posseduta
    Passat TDI 130 6m
  • Moto posseduta
    No moto
  1. Aggiornamento situazione: Al tempo in cui avevo aperto questo topic lamentavo le vibrazioni...colpa dei dischi "nuovi" Bosch montati non eccellenti (era meglio ATE).. Dunque stufo di queste vibrazioni, avendo un pò di tempo nel fine settimana (sabato) mi sono deciso a smontarli e a vedere se trovavo qualcosa che non andava... Ora li avevo montati da me ed il dubbio era che non ricordavo se avessi pulito bene la superficie del mozzo dove va alloggiato il disco....Il cambio dischi è un 'operazione abbastanza semplice e non è la prima volta che lo faccio.... Dunque sorpresa....ho trovato praticamente tra mozzo e disco e tra disco e cerchio ruota uno strato fastidioso di vernice color argento metallizzato che ricopriva il tutto....Mi è subito venuto in mente il problema e l'errore che ho commesso: questi dischi andavano sgrassati e puliti con un pulitore freno o altro prodotto! Sicuramente questo strato di vernice (che penso venga messo dal costruttore per stoccaggio e conservazione/protezione del disco) andava rimosso perchè mi ha creato "spessore" In definitiva dopo aver asportato il tutto son riuscito a vedere il metallo vivo e lucente dei dischi.....in verità la parte del disco dove lavora la pastiglia (le due facciate) sono liscie e lucenti per via dell'abrasione normale)...mentre la parte intorno al mozzo dove sono alloggiati i 5 perni ruota era zozza e ingrassata di tale vernice che ora colava da tutte le parti...insomma un pasticcio. Dopo aver rifatto dunque tale lavoro ho provato la macchina e le vibrazioni sono quasi magicamente scomparse! Dunque i dischi non erano fallati, ma io ho commesso un errore madornale a non pulirli prima del montaggio. Ad essere precisi le vibrazioni adesso sotto gli 80 km/h non si avvertono più...ma ieri in autostrada frenando a 130 un pò si sentono ancora ma sono più accettabili rispetto a prima. Insomma la situazione è decisamente migliorata. Il danno rimane perchè dalla sostituzione (senza pulizia) ad oggi ci ho fatto 5000 km, quindi alla fine li ho ovalizzati io....per non averli puliti. Io non ho mai fatto la pulizia dei dischi nuovi perchè sapevo che non era necessaria ed anche perchè non tutti hanno questo strato di vernice che li protegge... Se può essere utile a chi vuole cambiare i dischi non fate il mio stesso errore. Se dall'aspetto sono già abbastanza lucenti la pulizia evidentemente non serve, se viceversa appaiono opachi e di colore grigio metallizzato (come erano i miei Bosch) allora sgrassate e parecchio...io ho tolto mezzo millimetro per lato. Aggiungo un'ultima considerazione: adesso se freno leggermente e a lungo le vibrazioni si sentono, ma non appena affondo di più spariscono. Prima vibravano sempre! Ne concludo che dopo aver rifatto il lavoro stavolta attuerò una sorta di "secondo rodaggio" per recuperare questi dischi...quindi farò frenate più decise e brevi....chissà che col tempo la situazione migliori. Che ne dite?
  2. Ciao, da quello che ne so io la tua car che hai in firma Passat 2.5 tdi V6 motore AKN con cambio manuale FRK a 6 marce se è anno 2000-2005 dovrebbe riportare stesso quantitativo della mia che è AVF 1.9 tdi (credo che il cambio sia identico) e cioè 2,6 Litri. Quello originale Vw ha questo codice VW/Audi G-055-025-AZ Molti qui nel forum ritengono migliore il castrol o altri... Per i fori di carico e scarico olio non dovrebbe essere difficile identificarli....avendo la macchina sopra il ponte....
  3. Alla fine penso che lo cambierò....sul libretto non ho trovato nulla riguardo la sostituzione del cambio....Vw tace...se non ci sono problemi probabilmente non occorre fare nulla. Ma....ripensandoci bene anche l'olio del cambio perde le sue caratteristiche nel tempo e 14 anni e 210mila km sono abbastanza. Con l'occasione vorrei farel il "lavaggio" dello stesso semplicemente con 2 litri di gasolio (dopo aver scolato natralemte l'oilo vecchio).....camminarci per qualche chilometro inserendo tutte le marce compresa la retro...e scolare il tutto. Sicuramente ne uscirà fuori una miscela più densa del gasolio con sporco e limatura mettallica. Alla fine ripristinerei a livello con olio nuovo originale. E' da un pò di tempo che mi frulla questa idea per la testa. Voi che ne dite?
  4. Giusto...anch'io la penso così....ma il motivo del dubbio è proprio perchè uno pensa che non può essere eterno l'olio con oltre 200mila km e 14 anni... Potrebbe fare solo bene...no? Oppure rischio? Che dilemma.... Cmq grazie Art
  5. Un saluto a tutti, ho cercato in altre discussioni già presenti ed ho trovato molte info sul cambio (diversi dal mio e/o di versioni successive), a dire il vero opinioni discordanti se cambiarlo oppure no, quale olio mettere, alcuni l'hanno cambiato perchè sentivano strani rumori..etc... Dunque premesso ciò, vorrei sapere gentilmente da chi ha una Passat uguale alla mia: - se ha mai cambiato detto olio - quando è previsto (se è previsto) - tipo di olio (specifica e olio originale VW di primo impianto che olio è? Nel senso adesso chi lo commercializza e produce? Castrol? altri? Ringrazio chi riesce a darmi delucidazioni. Passat Variant 3bg anno 2003 a quota 210mila Km (mai cambiato olio al cambio) Motore AVF 130 cv Cambio codice FRK a 6 marce Al momento nessun problema da segnalare al mio cambio: perfetto! Che faccio lo cambio l'olio oppure lascio stare?
  6. Ascoltando il difetto che lamenti sembrerebbe un problema di depressione che non c'è! Mi spiego...se hai qualche tubicino fessurato o che sta per rompersi o che perde anche un pochino...il risultato è il pedale duro. Il servofreno potrebbe essere a posto ma non produce il suo effetto sull'impianto per via della perdita. Controlla tutti i tubicini, partendo dal depressore (pompa del vuoto) fino ad arrivare alle valvole di smistamento seguendo tutto il circuito, verifica anche il tubo di sezione più grande che è innestato sulla pompa del vuoto ed il funzionamento della valvola di non ritorno. Se questi sono a posto allora penserei al servofreno.
  7. joe_68

    cambio olio...

    Anche a me è capitato di avere olio in eccesso (mezzo litro in più messo dal meccanico)...me ne sono accorto ma non l'ho tolto...perchè era Castrol ed andava a scendere di suo...Per la cronaca e leggende metropolitane di quando si sfora di poco il MAX non succede e non è successo nulla (alcuni paventano rotture paraoli vari, autoaccensione, aspirazione olio in camera di combustione, etc) Ora lo cambio da me (Bahrdal) e lo metto al livello giusto...! Ad ogni modo ci si dovrebbe fare effettivamente il problema se uno ne mettesse 1 o 2 litri in più...in quel caso... Motore AVF 130 cv ma vale un pò per tutti...
  8. joe_68

    cambio olio...

    300 gr in più o quelli che sono NON sono affatto un problema anche se oltre il segno MAX Da considerare che il livello lo misuriamo a motore spento (olio tutto sceso in fondo alla coppa) ...quindi con motore in moto e l'olio in circolazione fin dentro la testata, punterie e condotti vari,,,la sua quantità in coppa diminuisce...quindi sarebbe a livello giusto ugualmente (ma con motore in moto) Allo stesso modo quando il livello misurato è ottimale come da libretto in realtà a motore in moto se lo potessimo vedere (cosa impossibile) starebbe al minimo- IMHO
  9. Anche a me Varta originale durata ben 8 anni. (80 Ah) Sostituita con Bosch Silver S5 85 Ah durata 2 anni. Ora ne ho messo una commerciale da supermercato (made in Italy) da 100 Ah Sono già a 2 anni...vedremo... Attenzione alla data di fabbricazione! Si rischia di mettere in servizio batterie con qualche anno di magazzino. L'autoscarica è inevitabile se è ferma.
  10. Secondo me non è un problema di gomme nè di ammortizzatori o altro. Riporto la mia esperienza se può essere di aiuto su problema della frenata "da sola" In passato su altre macchine ho risolto sostituendo il tubo flessibile (quello in gomma) che porta l'olio freni alla pinza. In pratica o è difettoso o col tempo (molti anni) si deteriora la sezione interna de tubo stesso: l'olio in frenata comandato dal servofreno spinge e l'auto frena...ma poi al rilascio del pedale non riesce a tornare indietro di quel po che basta a lasciarle libera la pinza freno. Quindi la sensazione è di ruota che rimane frenata (a volte solo una) Non lo fa sempre....magari si riattiva con frenate brevi o con curve o fondo disconnesso, cioè in tutti i casi in cui detto flessibile si muove oscillando sul gruppo ruota. Sostituito il tubo (meglio entrambi) il difetto sparisce. Almeno a me è sparito! Se provate a sezionare un tubo vecchiio vedrete che il foro all'interno dove scorre l'olio è di diametro piccolissimo (forse qualche mm): in pressione l'olio sotto la forza del pedale dilata il canale e poi al rilascio ritorna nella conformazione originale, questo con tubo nuovo (gomma di qualità) Con tubo vecchio (gomma deteriorata e indurita dal tempo) o ricambio scadente la gomma non permette il "ritorno" dell'olio per cui dopo la frenata la ruota incriminata resta leggermente frenata. Spero di esseremi spiegato nella descrizione.
  11. Per esperienza direi che il sintomo che accusi è al 99% cuscinetto ruota dx andato. Infatti va in risonanza durante la sterzata a sx perchè il peso in curva si sposta maggiormente sulla ruota opposta (nel tuo caso quella di dx) E' una classica prova per identificare un cuscinetto mozzo usurato che ha già un pò di gioco. Infatti in marcia dritta non lo senti...il rumore aumenta con la velocità e soprattutto lo senti forte se il peso aumenta su di esso come in curva..(ovvero per la durata di quei pochi secondi in cui sei piegato a sx) IMHO Se al cambio gomme il problema persiste allora potresti pensare a tale ipotesi.
  12. Inoltre da questo sito http://prsearch.planetvag.com/default.aspx inserendo i codici P.R. riportati su adesivo in libretto U&M oppure vano ruota scorta si possono ottenere altre informazioni su allestimento e dati tecnici.
  13. Posto in questa sezione "Meccanica" non trovando molte attinenze con altri topic e perchè queste informazioni possono essere utili a chi cerca ricambi senza sbagliare...o anche per cultura/curiosità. A me è tornato utile sapere l'anno di produzione visto che acquistai una Passat d'importazione (Germania). Dicevo il nostro caro numero di telaio o meglio codice V.I.N. (Vehicle Identification Number) è come tutti sanno un codice alfanumerico univoco identificativo del veicolo. E' stato introdotto negli anni ’50. Solamente da 1981 è stato però standardizzato e sono stati stabiliti alcuni requisiti, come il fatto che debba essere composto da 17 caratteri (lettere e numeri) Il codice VIN è quindi la carta d’identità dell’auto, che consente di individuare con precisione la nazione dove è stata prodotta, la casa costruttrice, l’anno di produzione, lo stabilimento in cui è stata costruita, il modello di auto, la tipologia di carrozzeria, il motore, la trasmissione Come decodificare il numero di telaio (V.I.N) Come detto, dopo il 1981 il numero VIN è diventato uno standard internazionale. La sequenza di 17 cifre può essere scomposta in 3 parti: WMI, VDS, VIS. W.M.I. (World Manufacter Identifier) indica il paese e la casa costruttrice; È il codice costruttore ed è composto dai primi tre caratteri. Serve a identificare il paese della casa costruttrice e il costruttore. Visto che le case automobilistiche hanno fabbriche in varie nazioni, leggendo le prime tre cifre del codice VIN possiamo sapere dove è stata prodotta l’auto. V.D.S. (Vehicle Descriptor Section) indica il modello ed il tipo di carrozzeria; Serve per identificare il modello dell’auto, lo stabilimento in cui è stata prodotta ed eventuali altre caratteristiche. V.I.S. (Vehicle Identifier Section) indica optionals installati, motore ed il tipo di trasmissione Sezione dedicata al numero progressivo di produzione del veicolo, identifica con precisione il singolo veicolo (numero di serie). È composto dagli ultimi 6, 7 o 8 caratteri, di cui g li ultimi 4 caratteri devono essere obbligatoriamente numeri. Vi allego 4 foto molto facili da interpretare. La cosa che ho trovato molto interessante è quella di leggere direttamente dal telaio del proprio veicolo l'anno di produzione (quindi l'anno effettivo di fabbricazione, non la sua prima immatricolazione come riportata a libretto). L'anno di produzione è rappresentato dal 10^ (decimo) carattere del VIN Questo dato viene molto utile quando ad esempio si acquista nel 2017 dopo un anno di giacenza un modello uscito di produzione nel 2016. Nel mio caso Passat d'importazione tedesca immatricolata in Italia Ottobre 2003 ho scoperto essere effettivamente prodotta nello stabilimento di Wolfsburg (Germania) nell'anno 2003. (non era scontato, poteva essere 2002) Insomma mi sono un pò divertito a scoprire la storia della mia auto. Esistono sul web siti specializzati nella decodifica del VIN, io ho trovato e consiglio per la VW questo, immettendo il proprio num di telaio: https://vindecoder.eu/volkswagen Ma va bene anche per tutte le auto: https://vindecoder.eu Note: per quanto riguarda l'anno di produzione la decima cifra non sempre è un numero...può essere anche una lettera...dipende dal decennio. Sperando di essere stato utile per qualcuno e scusandomi per coloro che già lo sapevano...condividere è sempre bello un saluto
  14. Se in passato questo rumore non lo avevi...effettivamente tutto depone a sfavore di queste Dunlop difettose... Io fossi in te farei semplicemente così: - personalmente mi recherei in una stazione di servizio per controllare pressione gomme (se non hai in casa il compressore) e le metti tutte a 2,3 bar...cammini un pò e vedi se è sparito il fruscio... ...se persiste...andrei da (un altro) gommista a controllare l'equiibratura...questo perchè mentre la gomma è sull'attrezzo che la fa girare vedi "visivamente" se è deformata (il gommista sa riconoscere tale difetto) - non andrei in conce a farmi pelare per questi problemi su pneumatici. Naturalmente tutto ciò vale con meccanica e avantreno in ordine....mi viene in mente per esempio cuscinetti mozzo ruota andati che danno un rumore simile... ma non penso sia il tuo caso...poi tutto può essere. Spero di essere stato di aiuto. Cmq articolo difettoso è statisticamente probabile. Io ultimamente, ad esempio, ho acquistato e montato da me 2 dischi freno Bosch e dopo neanche 4 mesi li sto buttando via dalla disperazione perchè vibrano di brutto in frenata. Non vi sono dubbi su tale affermazione: sono i dischi nuovi....con i vecchi era ok! Pazienza...può capitare. Esperienza docet.
  15. Infatti mi tengo ancora il mio 115 e la mia 3bg!
×
×
  • Create New...